LA CARITAS PARROCCHIALE

 

Rendiconto economico - anno 2016

(clicca sull'immagine per ingrandire)

 

 


 

 

Il PROGETTO ACCOGLIENZA MIGRANTI

Vai alla pagina

 

CARITAS - Novembre 2014

 

 

La Caritas parrocchiale

Il suo impegno e la solidarietà di tutti

 

Scopo della Caritas parrocchiale è rendere prossima e vicina la Comunità alle persone più povere, a chi si trova nel bisogno. Questa vicinanza innanzitutto si esprime nella preghiera e diventa concreta nelle opere:

Gli ultimi incontri avuti presso il "Centro di ascolto", attivo da tempo nella nostra parrocchia, fanno emergere sempre più impellente la richiesta di aiuto ed è divenuto indispensabile dare risposte immediate alle persone che qui si rivolgono molto spesso dopo lunghi ripensamenti, con timore e imbarazzo. I bisogni insorgono laddove la mancanza di lavoro rende più acuta la difficoltà delle famiglie a dare il necessario a figli, persone ammalate, anziani, disabili.

La comunità è una famiglia di famiglie, in ogni famiglia la condivisione è la vita stessa della comunione. Per questo viene proposto, in accordo con il parroco, di istituire un fondo di solidarietà a favore delle famiglie della nostra comunità che si trovano in difficoltà economiche.

 

Si chiede a chi vuole aderire all'iniziativa di versare una quota mensile, liberamente decisa, impegnandosi per un periodo minimo di un anno al fine di garantire un aiuto significativo e duraturo. Le quote potranno essere versate direttamente sul conto corrente bancario intestato alla Caritas parrocchiale IBAN IT06W0611537010000000325700 specificando la causale "fondo famiglie", oppure al parroco don Paolo o al diacono Orazio Borsari. I versamenti potranno essere mensili, trimestrali, semestrali o annuali a discrezione delle singole famiglie; non ci sono limiti di nessun genere: anche una piccolissima goccia è efficace unita alle altre.

 

Dice ancora S. Paolo: "Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia. Del resto, Dio ha potere di fare abbondare in voi ogni grazia perché, avendo sempre il necessario in tutto, possiate compiere generosamente tutte le opere di bene. Sta scritto: Ha largheggiato, ha dato ai poveri, la sua giustizia dura in eterno (2 Corinti 9,7-9).

Caritas Parrocchiale

 

(Dal Bollettino Parrocchiale 6 - 2010)

 


Rendiconto economico - anno 2013

(clicca sull'immagine per ingrandire)

 

 


 

Concerto degli Spirituals Ensemble

promosso dalla Caritas Parrocchiale

Sabato 12 Gennaio 2013 ore 21 Museo MAGI Via Rusticana 1a a Pieve

Biglietto unico € 10

Per info & prenotazioni: 3351813495 - 3339590857 - 3498550649

Clicca per il volantino

 

Sono stati raccolti, al netto delle spese, circa 1.650 Euro che serviranno alla Caritas parrocchiale per le diverse iniziative in sostegno delle situazioni di bisogno presenti in parrocchia.

 

 


 

Rendiconto economico - anno 2012

(clicca sull'immagine per ingrandire)

 

 

 


 

Riapre il negozio Caritas

dopo la forzata inattività causata dal terremoto da sabato 24 Novembre 2012 è ripresa la normale attività del negozio CARITAS.
Il negozio si è spostato in via Matteotti sotto il Salone Parrocchiale mantenendo inalterati gli orari.

 


 

Rendiconto economico - anno 2011

(clicca sull'immagine per ingrandire)

 

 


 

Inaugurazione della Casa di accoglienza “A. Melloni”

Domenica 11 Dicembre 2011 alle ore 17 e' stata inaugurata la nuova Casa di accoglienza “A. Melloni”, sita in Via Circ. Ponente, 9 40066 Pieve di Cento

 

La casa sarà il nuovo punto di riferimento per il servizio d’accoglienza a mamme sole con minori (fin'ora svolto dalla Caritas parrocchiale nella casa di Via San Carlo, 45) e più in generale per l’aiuto alle attività di assistenza destinate a persone che si trovano in difficoltà.

Perché una nuova casa? Il contratto d’affitto della casa di Via San Carlo scade a fine 2011, ma sarebbe stato necessario provvedere a lavori di manutenzione e ristrutturazione molto onerosi, quindi la Caritas ha ritenuto di accogliere la proposta di affittare una casa più grande, in buono stato di conservazione e ben posizionata dove svolgere e continuare il servizio di accoglienza, con l’obiettivo di migliorarlo. Anche in questa casa sono stati necessari lavori di messa a norma e ristrutturazione, effettuati grazie al contributo di volontari che hanno prestato la loro mano d’opera gratuitamente. Le spese dei materiali e di quanto necessario alla completa fruizione della casa, sono finanziate da contributi di parrocchiani e di enti, nonché dal ricavato di alcuni spettacoli organizzati allo scopo di raccogliere fondi destinati al progetto «si cambia Casa per continuare l’ accoglienza».
La Caritas parrocchiale desidera ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del progetto, nella consapevolezza che la casa d’accoglienza è segno e testimonianza tangibile della carità nella parrocchia di Pieve di Cento, e dell’amore degli uomini verso Dio e verso i loro simili.

 

----------------------------------